BIOGRAFIA

Enrico Ercolani

Bologna, 21 marzo 1982. Vive e lavora a Bologna.

Si diploma come geometra nutrendo al contempo una spiccata sensibilità per gli sport estremi tra cui i prediletti sono dapprima skateboard e snowboard, in seguito surf da onda.

Personalità dinamica, impavida e di grande fede, in cerca di nuove realtà ed emozioni, compie svariati viaggi inseguendo le sue passioni e si presta a nuove prove sportive, le ultime delle quali sono il downhill, l’aquilone acrobatico e l’handbike.

L’attività artistica di Ercolani comprende oltre 400 opere, dapprima realizzate con le mani e con la bocca, poi con l’uso di altri strumenti pittorici man mano che la manualità va specializzandosi. La sua sperimentazione pittorica può suddividere la sua produzione in tre fasi:

2009/10: fase di approccio alla tela in cui prevale l’astratto, la scoperta del colore, i temi inconsci dell’immaginazione e del sogno. Il tratto è sporco e trascinato, l’imprecisione e la caoticità danno sostanza alla composizione. Di questo periodo fanno parte un’esposizione all’interno di un negozio nel centro storico di Bologna “Fiorentini&Baker” a cura di Costanza Quarenghi e una prima personale nel loggiato superiore del Comune di Castel Guelfo (18/02/11-3/03/2011) a cura di Costanza Quarenghi e Massimiliano Milano; diverse le esposizioni di beneficenza tra le quali la Mostra Collettiva degli artisti del panorama bolognese nel Museo d’arte contemporanea MAGI’900 di Pieve di Cento e le manifestazioni sempre a scopo benefico affiancate all’Associazione Onlus “Macondo Suoni di Sogni“ dove le opere di Ercolani fanno da coreografia a scenari musicali del pianista Matteo Giorgioni.

2011/12: fase caratterizzata dallo studio approfondito delle forme e da una ricerca stilistica insaziabile atta a un più alto grado di comunicazione ed espressione. < L’elemento astratto lascia il posto alla figura femminile, la donna materna e generatrice si alterna alla donna sfuggente, provocatrice e custode di un segreto troppo prezioso. Il tratto si definisce, si assottiglia, lo sfumato si sostituisce all’aspetto materico delle precedenti produzioni; le figure si stagliano su sfondi chiari e omogenei quasi a voler fuoriuscire, l’essenzialità è la nuova caratteristica predominante. > ( Costanza Quarenghi)

Di pari passo con la sua produzione artistica nasce ArtePatia. Il progetto sviluppato e coordinato insieme a Costanza Quarenghi, è destinato all’infanzia e alla disabilità, con lo scopo di facilitare attraverso la mediazione non verbale dell’arte, la scoperta e l’espressione libera di sé. Tema altrettanto sentito dall’artista è l’accessibilità: con lo scopo di sensibilizzare e avvicinare alla diversità, Ercolani si muove organizzando manifestazioni aperte a tutti, “Le Skarrozzate” passeggiate e maratone in carrozzina nel centro della città di Bologna, atte a evidenziare difficoltà e ostacoli di percorso. Sostenuto da diversi sponsor nell’ambito della mobilità per disabili e da sanitarie regionali, questi eventi raccolgono grande partecipazione e interesse da parte dei cittadini e della stampa.

2013: Setup Art Fair, Bologna, Galleria ARTissima, Selective Art Paris, Studio LB Contemporary Art

 

INTERVISTA PER TELEROMAGNA 2012

vai alla CriTicA

Slideshow

hogan outlet hogan outlet online louboutin pas cher louboutin pas cher tn pas cher nike tn pas cher nike tn pas cher nike tn pas cher nike tn pas cher nike tn pas cher nike tn pas cher nike tn pas cher air max pas cher air max pas cher air max pas cher air max pas cher air max pas cher air max pas cher golden goose outlet golden goose outlet golden goose outlet golden goose outlet golden goose outlet golden goose outlet